Promuovi questo sito su Facebook, Twitter, Google+

.Biografia

Ivana Gullo - Arte Visiva

Nata a Castelvetrano (TP) il 13 dicembre, ma attualmente vive e lavora a Firenze.
Si laurea all’Accademia delle Belle Arti di Palermo con votazione: 110/ 110
Consegue la Laurea Specialistica in Storia dell’Arte presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo.

Ha arricchito la sua formazione con uno stage sulla valorizzazione del Patrimonio Culturale e pedagogia del patrimonio (MIBACT). Ha acquisito, attraverso molteplici collaborazioni, una vasta competenza di strumenti informatici e di applicazioni per la pubblicità grafica e maturato esperienze nella progettazione di percorsi didattici e museali per la valorizzazione e la promozione del Patrimonio Culturale (mostre ed eventi). Ha svolto attività di sorveglianza presso Opera di Santa Maria Novella.

Lavora presso l'Ufficio Catalogo del Servizio Musei, per il Comune di Firenze: ha eseguito sopralluoghi e campagne fotografiche, condotto ricerche bibliografiche e ha provveduto all'aggiornamento catalografico e scientifico delle schede delle opere d'arte e del materiale fotografico, tramite ricerche e studi presso l'Archivio Storico.


Dalla personalità inarrestabile affronta con curiosità tutto ciò che la circonda, “per questo mondo troppo assetato di nuovo” che la porta ad intraprendere vari campi di ricerca, guardando sempre con occhi diversi tutto ciò che le sta’ intorno. Ama osservare, scoprire e “codificare” i messaggi di tutto quello che la circonda. Amando con passione tutta l’Arte si interessa sempre più ad essa attraverso i suoi studi artistici universitari.


Nei suoi lavori l’uso armonico del colore.
La sua pittura presenta un processo alchemico sulla forma, nella sua sintesi di meteria elementare nella ricerca di un’ immagine: immagini reali proiettate come reggenti volgono ad essere stravolte alla fine dell’Opus. Sono fotografie di sogni, illustrazioni, macchie di colore che si mescolano giocando sulla continua metamorfosi del soggetto. Le forme si mimetizzano, sagome di corpi che si muovono in un continuo ritmo vitale. Niente è lasciato al caso.


Gocce di acquerello in equilibrio che pazientemente vengono rubate al tempo, tracciate prima con la sola acqua, mescolandosi poi tra loro ancor prima di permeare per sempre nel loro substrato.
Il gesto che nasce dalle mani crea una visione ancor prima che si materializzi alla vista, paesaggi, uomini, fiori come trascinati dal vento, danzanti ancora sulla superficie, asimmetrie volubili, stimoli cromatici che animano il recupero di soggetti racchiusi nella coscienza di ognun osservatore.


(Zico)

 

 

Mi piace godere del bianco puro e del profumo della carta, che bagnata dal colore, scivolando silenzioso, presenta linee essenziali e pure, dominate solo da percezioni sensoriali”.


Non rinunciando al piacere esteticamente decorativo.
Dipinge con l’ausilio di pitture acriliche ed inchiostri liquidi.
Il mio interesse si volge inoltre al cinema d’animazione in formato digitale, spaziando dalla pittura alla regia e montaggio video, e all’amore per la fotografia artistica, considerandola come una “macchina geniale” con la quale poter immortalare piccoli particolari, quelli che talvolta l’occhio umano tendenzialmente non riesce a cogliere, come le forme, giochi di luce e ombre così come nella sua pittura.

 

L’Arte più astratta come la più reale ha valore di creatività. È impossibile cercare il principio del gusto, un criterio universale del "bello" estetico mediante concetti determinati.
Il bello non possiede una scienza, ma solamente critica di esso. Davanti un' Opera d' Arte esteticamente bella bisogna avere la coscienza che essa è arte con proprietà discutibili. La finalità della sua forma deve apparire libera da ogni costrizione di regole volontarie come se fosse un prodotto della natura. La bellezza dell’Opera d’Arte si ha quando il pittore ha la capacità di esprimere una sensazione, che sia libera e lontana da ogni regola. L’integrità di una forma in assoluto, non è in relazione al suo spazio capiente, ma sta nella qualità, nella sua essenza: pura manifestazione dell’ essere (Cit.)

 

 

(Cit. TESI: "Si sciolgono forme mai dipinte, Emil Nolde" – Ivana Gullo, 2006
"Marketing e sistemi di reti museali ed ecomusei" – Ivana Gullo, 2013)

.Scarica il Curriculum